Patrizio VS Oliva

Da Sparviero – La mia storia
di
  • Patrizio Oliva e Fabio Rocco Oliva
edizioni
  • Sperling&Kupfer
con
  • Patrizio Oliva, Rossella Pugliese
regia
  • Alfonso Postiglione
costumi
  • Giuseppe Avallone
disegni e illustrazioni
  • Daniele Bigliardo
musiche
  • Stefano Gargiulo
spazio scenico
  • Daniele Stella
produzione ente
  • Teatro Cronaca Vesuvioteatro
in collaborazione con
  • Arteteca, Laprimamericana
durata
  • 70 minuti

Perché fai il pugile?” chiesero a Barry McGuigan (campione irlandese dei pesi piuma) “Mica posso fare il poeta – rispose Barry – Le storie io non le so raccontare…”

Il Campione olimpico medaglia d’oro a Mosca 1980 porta su di un ring immaginario il racconto della sua vita tormentata. La sua determinazione a prendere a pugni, più che gli avversari, le ferite della vita, hanno reso straordinaria la sua parabola sportiva.

“Ananke, per gli antichi greci Dea pre-olimpica del Fato, della Necessità dell’agire umano, era definita da Omero la necessità di combattere. Patrizio Oliva è stato uno dei più grandi pugili della boxe italiana. Scorrendo la sua vita appare evidente come sia stata una qualche Ananke a seguirlo da vicino e le sue fatiche sportive ci ricordano le gesta di un semidio. La sua determinazione a prendere a pugni, più che gli avversari, le ferite della vita, hanno reso la sua parabola sportiva ineluttabile: titoli italiani, oro olimpico, titolo europeo, titolo mondiale. Ma nel ring aperto di un teatro, la sua storia ci racconta le peripezie, le crisi, gli ostacoli che ad ogni passo, sia tu un uomo o un semidio, ti fanno dubitare, anche solo per un attimo, che il tuo destino sia già scritto.

Tra i vapori di una sauna olimpica, dove nel tempo sospeso di una preoccupante seduta, si sudano i grammi di troppo per rientrare nel peso consentito, tra i fumi delle macerie di un terremoto familiare più esistenziale che fisico, tra le nuvole bianche su cui troppo presto è volato a riposare un amato fratello, ci convinciamo che Patrizio facendosi, da pugile-semidio, un semplice attore, sia il solo che può raccontare la sua storia. O pugile, semidio e attore sono forse sinonimi?” (Alfonso Postiglione, regista)

Nato a Napoli nel 1959, Patrizio Oliva è fra i più noti pugili italiani, uno dei pochi ad aver conquistato l’accoppiata oro olimpico (Mosca 1980) e titolo mondiale (1986). Nel suo palmarès da dilettante figurano tre titoli italiani, uno europeo, e la coppa Val Barker, prestigioso premio dato al miglior pugile delle Olimpiadi. Da professionista ha vinto in successione il titolo italiano, europeo (superleggeri e welter) e mondiale superleggeri. In totale ha disputato 160 incontri, ottenendo 155 vittorie e 5 sconfitte. Dopo il ritiro, è stato allenatore della nazionale olimpica (Atlanta 1996 e Sidney 2000) e organizzatore di incontri tra professionisti dal 2001 al 2006.

INFO BIGLIETTERIA E ORARI

Gli spettacoli avranno inizio alle ore 19.00. Si raccomanda agli spettatori di presentarsi in teatro (ingresso da Piazza Mentana) osservando la massima puntualità. L’ingresso in sala sarà possibile a partire dalle ore 18.15, entro e non oltre l’orario di inizio.

In base alle normative vigenti sull’emergenza sanitaria da Covid -19 è possibile assistere agli spettacoli soltanto in posti a sedere, numerati e preassegnati.

L’ingresso è gratuito fino ad esaurimento dei posti disponibili.

La prenotazione dei posti è obbligatoria: per effettuarla è necessario recarsi personalmente al Botteghino del Teatro Civico, presso l’Urban Center (ingresso da Via Carpenino). I biglietti sono strettamente individuali e non possono essere ceduti.

Per lo spettacolo Patrizio VS Oliva i biglietti saranno disponibili a partire da sabato 8 maggio 2021. La bigliettazione avverrà con prelazione (da sabato 8 a lunedì 10 maggio) per gli abbonati che hanno rinunciato al rimborso delle quote della Stagione di prosa non fruite. A partire da martedì 11 maggio la bigliettazione sarà aperta a tutti.

Orari di apertura del Botteghino: dal lunedì al sabato ore 8.30/12.00; il mercoledì anche dalle ore 16 alle ore 19.

Nei giorni di spettacolo la biglietteria sarà aperta dalle ore 17.00

Info: tel. 0187-727521

MODALITA’ DI ACCESSO AL TEATRO

Gli spettatori dovranno accedere al Teatro in modo ordinato, evitando assembramenti e mantenendo sempre una distanza interpersonale di almeno 1 metro. Lo stesso distanziamento andrà garantito al termine dello spettacolo, in uscita dalla struttura. Il pubblico dovrà strettamente attenersi alle indicazioni fornite dal personale di sala.

All’ingresso, oltre al controllo dei biglietti, sarà rilevata la temperatura corporea con termo scanner. L’accesso verrà impedito in caso di temperatura superiore a 37,5 ° C

Per accedere al Teatro è obbligatorio indossare i dispositivi di protezione individuale (mascherina chirurgica o livello superiore. E’ vietato l’uso di mascherine di comunità), come previsto dalla normativa vigente. Per i bambini valgono le norme generali.

I servizi igienici messi a disposizione dal Teatro dovranno essere utilizzati rispettando le normative vigenti. Potranno accedere al massimo due persone per volta mantenendo il distanziamento interpersonale ed utilizzando i dispenser di gel igienizzante posti agli ingressi.

Gli accessi in teatro saranno regolamentati e disciplinati dal personale di sala, che sarà a disposizione per indicare al pubblico il percorso corretto in entrata e in uscita e per l’accesso al posto assegnato, oltreché ai servizi igienici.

Si ricorda che gli spettatori dovranno indossare correttamente la mascherina dal momento dell’ingresso in teatro e per l’intera durata dello spettacolo. Il personale addetto all’area degli spettacoli provvederà costantemente a vigilare sul rispetto delle condizioni di sicurezza minime. In particolare, potrà intervenire in caso di comportamenti quali: mancato rispetto del distanziamento interpersonale, uso non conforme della mascherina, spostamento dai posti assegnati.

I posti disponibili sono disposti in modo da garantire il distanziamento di almeno 1 metro fra uno spettatore e l’altro. Ai portatori di disabilità motorie e ai loro accompagnatori sono dedicati spazi e postazioni specifiche nel rispetto del distanziamento sociale.

E’ fatto divieto di consumare cibo e bevande all’interno dell’area spettacoli.

E’ assolutamente vietato fotografare ed effettuare audio e video degli spettacoli.

Scheduled Stagione 20/21