Orgoglio e pregiudizio

SPETTACOLO ANNULLATO

Per chi ha acquistato on line sulla piattaforma Vivaticket i biglietti é possibile chiedere il rimborso tramite voucher, utilizzabile entro 18 mesi dalla sua emissione, accedendo entro martedì 16 giugno alla piattaforma online VIVAforVoucher gestita da Vivaticket

Per ulteriori informazioni sulle modalità di richiesta/emissione di voucher digitali potete visitare il seguente link e registrarvi online: https://shop.vivaticket.com/…/rimborso-biglietti-coronavirus

Si precisa che nel sistema il Teatro Civico è stato inserito con la dicitura Servizi Culturali Comune della Spezia.

DA
  • Jane Austen
REGIA
  • Arturo Cirillo
ADATTAMENTO TEATRALE
  • Antonio Piccolo
CON
  • Arturo Cirillo, Valentina Picello, Riccardo Buffonini, Alessandra De Santis, Rosario Giglio, Sara Putignano, Giacomo Vigentini, Giulia Trippetta.
SCENE
  • Dario Gessati
COSTUMI
  • Gianluca Falaschi
LUCI
  • Camilla Piccioni
MUSICHE
  • Francesco De Melis
ASSISTENTE ALLA REGIA
  • Mario Scandale
PRODUZIONE
  • Marche Teatro, Teatro Stabile di Napoli/Teatro Nazionale

«Perché portare a teatro Orgoglio e pregiudizio di Jane Austen? Perché penso che sia una scrittrice con un dono folgorante per i dialoghi. Perché sono affascinato dall’Ottocento, e dal rapporto fra i grandi romanzi di quell’epoca e la scena. Perché l’ironia di questa scrittrice, il suo sguardo acuto ma anche distaccato sui suoi personaggi l’amo molto. Perché il mondo della Austen dove apparentemente non accade mai nulla di eclatante, abitato per la maggior parte da creature che stanno abbandonando la fanciullezza per diventare ragazze da marito o giovani scapoli da sposare, mi affascina; con tutto il pudore, i turbamenti, le insicurezze, e anche l’orgoglio e i pregiudizi che la giovinezza porta con sé.

Perché questo mondo sociale dove ci si conosce danzando, ci si innamora conversando, ci si confida con la propria sorella perché i genitori sono, ognuno a suo modo, prigionieri del proprio narcisismo, non mi sembra così lontano da noi». Arturo Cirillo, il regista.

Il celebre romanzo della scrittrice inglese, pubblicato nel gennaio 1813, da oltre due secoli non smette di affascinare generazioni di lettori, ed ha avuto diversi adattamenti cinematografici e televisivi. La regia di Arturo Cirillo, in questa prima versione teatrale italiana, rende omaggio all’abilità della Austen di reinventare la realtà attraverso la sua rappresentazione, ma mai smettendo di essere vera. Come avviene in teatro.

Ingresso (prevendita € 2)
I settore platea, barcaccia e palchi prima fila: intero € 30 – ridotto € 27 – Scuole e Istituti superiori accompagnati dagli insegnanti: € 13
II settore platea, prima galleria, palchi di seconda fila: intero € 25 – ridotto € 22 – Scuole e Istituti superiori accompagnati dagli insegnanti: € 11
II settore galleria, palchi di terza fila: intero € 14 – ridotto € 12 – Scuole e Istituti superiori accompagnati dagli insegnanti: € 8
I biglietti vanno ritirati non oltre una settimana prima dello spettacolo
Spettacolo in abbonamento