Il Teatro Civico non si è fermato, ed è pronto a riaccogliere in sicurezza gli spettatori appena sarà possibile. Nel frattempo ha sviluppato nuovi progetti ed un programma di attività per guardare al futuro e riallacciare quel filo così forte con il suo pubblico.

All’orizzonte c’è innanzitutto una nuova programmazione, di cui sarà fornito il calendario in linea con l’evolversi del quadro normativo. In programma uno spettacolo al mese per tre sere consecutive, fino a maggio 2021, passando attraverso dramma, commedia e affabulazione. Fra i nomi di spicco della nuova programmazione figurano Eros Pagni, in scena con “La notte dell’Innominato”, prodotto da Centro Teatrale Bresciano e Teatro de Gli Incamminati; Patrizio Oliva, uno dei più grandi pugili italiani protagonista con Rossella Pugliese di “Patrizio vs Oliva”, spettacolo tratto dall’omonima biografia che racconta la sua parabola sportiva.

Inoltre, una produzione del Teatro dell’Elfo: “Lo strano caso del cane ucciso a mezzanotte” di Simon Stephens dal romanzo di Mark Haddon. E ancora, Arturo Cirillo protagonista di “Orgoglio e pregiudizio”, prodotto da Marche Teatro.

Ma le novità non sono finite: il Teatro Civico si mette a disposizione delle associazioni e realtà artistiche del territorio, offrendo loro la possibilità di accedere al più importante palcoscenico cittadino per laboratori, prove e allestimenti. La Open call si rivolge ad Associazioni ed enti di terzo settore con sede nel Comune della Spezia, e prevede che le attività siano articolate in un arco temporale di 27 giorni in totale, secondo questa modalità: 3 giornate per ogni associazione di cui 3 nel settore teatrale, 3 in quello della danza e altre 3 per la musica.

Nel 2021 entrerà poi nel vivo il progetto StePS – Scuola di Teatro Pisa-La Spezia, nato dalla partnership tra il Comune della Spezia e FacT, il Festival internazionale di teatro accademico creato nel 2018 e organizzato a Pisa dagli allievi della Scuola Normale Superiore. Gli spettacoli di StePS saranno prodotti per intero dal Teatro Civico, dove debutteranno. Il progetto istituirà dunque un ponte fra le due città, fra mondo teatrale e mondo accademico grazie alla partnership di Iren, sponsor principale dell’iniziativa.

La prima delle due produzioni di StePs, dal titolo “Con lacrime elettriche”, è un testo teatrale dedicato a Philip K. Dick, da mettere in scena nel corso del 2021. Per questa drammaturgia sono in programma altre due Open call: la prima rivolta ad attori e attrici per un workshop guidato da un regista professionista, della durata di una settimana; la seconda aperta a costumisti, costumiste, scenografi e scenografe per il disegno e la realizzazione di scene e costumi.

Infine, non certo per ultima, un’importante novità: il Teatro Civico sarà coproduttore di uno spettacolo di rilievo nazionale, che andrà in scena nella stagione 2021/22.